L'infedeltà coniugale raccontata dai nostri investigatori

Come richiesto dai nostri follower su Instagram, racconteremo una delle nostre indagini sull'infedeltà coniugale, mostrando la professionalità e l'esperienza dei nostri agenti investigativi.
13/01/2020

Come richiesto nel sondaggio della nostra pagina ufficiale Instagram, oggi racconteremo un nostro caso di infedeltà coniugale.  Per garantire la privacy del Committente abbiamo utilizzato nomi di fantasia. Lo scopo di questo articolo è quello di rispondere e soddisfare alcune curiosità dei lettori, mostrando come i nostri investigatori svolgono sul campo le indagini relative all'infedeltà coniugale.
Nel caso specifico il committente è una moglie residente a Torino che lamenta sospetti atteggiamenti da parte del marito tanto da non essere più sicura della sua fedeltà.

Ci racconta di alcune tracce di rossetto travate sulla camicia, di capelli non suoi, di profumo non utilizzato in famiglia.  In particolare la committente nutre alcuni sospetti su una conoscente.   

Con questi presupposti, verificata l’identità del committente e la legittimità della richiesta, procediamo nel sottoscrivere il Mandato e l’informativa privacy, che ci consente di avviare ufficialmente le indagini commissionate.

Concluse le indagini, articolate in 4 giorni di Servizio Investigativo - da Mercoledì 07/08/2019 al Sabato 10/08/2019 -abbiamo predisposto un dossier dettagliato da consegnare al committente, all’interno del quale sono stati documentati, con foto e video, orari, movimenti e incontri necessari per comprovare l'esistenza o meno, dell'infedeltà coniugale.

Nell'articolo l'uomo oggetto di indagine lo chiameremo Mario Rossi, mentre la donna
segnalata dal committente, come possibile amante, la chiameremo Rosa Bianchi.

Mercoledì 7 Agosto 2019

 

L’investigatore inizia la sua indagine appostandosi nei pressi dell’abitazione del Signor Mario Rossi da dove inizia a studiare orari di lavoro e mezzi di trasposto utilizzati. L'agente ha necessità di seguire l’uomo senza troppe difficoltà, e visto il traffico intenso della città, decide di noleggiare una moto in modo da non perdere di vista il suo obiettivo.
Le prime verifiche iniziano presso il luogo di lavoro del Signor Rossi, osservando le persone con le quali é a più stretto contatto. Appostatosi di fronte al suo ufficio l'agente individua il Sig. Rossi che, intorno all’ora di pranzo si appresta ad uscire dal portone dell'edificio con alcune delle sue dipendenti. Il loro incontro non dura molto, dopo pochi minuti l'uomo si avvia da solo verso la propria auto, una Mercedes Classe A200 di colore bianco.

Inizia un vero e proprio inseguimento tra le vie della città, ma l'investigatore nota che molto spesso il Sig. Rossi si ferma a scrivere o telefonare con il suo cellulare, oltre che a guidare in modo sospetto, fermandosi senza motivo e poi ripartendo velocemente. L'agente, avendo il timore di essere stato scoperto, decide di abbandonare temporaneamente l'inseguimento per non compromettere l’indagine.
L'investigatore, per non incappare nuovamente nella stessa situazione, in accordo con la direzione, decide, di posizionare un localizzatore GPS sull'auto dell'uomo. Si apposta quindi davanti l'abitazione del Sig. Rossi che rientra a casa alle 18:30. L’agente rimane appostato in zona con a vista la Mercedes Classe A200, in attesa del momento maggiormente propizio per posizionare con discrezione il localizzatore sulla sua vettura. Alle 23:30 l'agente posiziona il dispositivo GPS.

 

Giovedì 8 Agosto 2019

Alle 11 del mattino Il Signor Rossi esce da casa e sale a bordo della sua Mercedes e si avvia in direzione Centro città. Giunto in piazza Vittorio Veneto, parcheggia l’auto ma rimane all’interno dell’abitacolo rispondendo a diverse telefonate e inviando svariati messaggi.

Alle 11:45 il Sig. Rossi scende dall'auto per entrare nel bar "Caffè del Borgo", si reca solamente alla toilette senza effettuare alcuna consumazione. Una volta uscito si incammina verso una farmacia poco distante. L'agente si avvicina all'uomo e riesce ad accertare (con alcuni scatti fotografici) che Rossi sta guardando con interesse nella direzione dello scaffale nel quale sono esposti detergenti intimi e anticoncezionali. Notiamo e documentiamo che il signor Rossi preleva dallo scaffale una confezione di anticoncezionali, pagandoli alla cassa, prima di uscire.

L'uomo esce dalla farmacia, riprende la sua auto e guida fino al suo ufficio. A pranzo il Sig. Rossi si reca in un ristorante giapponese che solitamente ama frequentare; l'uomo é da solo.

Finito il pranzo Rossi rientra in ufficio e non ne esce fino alle 17. L’agente riprende il pedinamento fino a giungere in Via Arcivescovado nei pressi del civico n° ** , accosta con le frecce d'emergenza e attende in auto.
Pochi minuti dopo esce dal portone una donna identificata con certezza nella sospetta amante ovvero la Signora Rosa Bianchi,.  La donna sale a bordo dell’auto di Rossi il quale riparte molto velocemente.
 La coppia percorre alcune vie del centro fino a fermarsi nei pressi di Via Po’. L’agente si accorge e riesce a documentare che Rossi e la donna entrano nella boutique "Premiere" di Via Pò,

La donna guarda con estremo interesse un costoso capo di abbigliamento, quindi lo prova, osservata dal signor Rossi, compiaciuto. Notiamo che il capo viene acquistato e riposto in un sacchetto bianco riportante il logo della boutique. La confezione viene consegnata dal negoziante alla donna ma è il signor Rossi che paga in contanti (650 €). Alle 18.30 la coppia esce del negozio proseguendo la passeggiata lungo via Po’, fino in Piazza Castello.

Alle 19.30 Rossi accompagna la donna in Via Clemente, (probabilmente la sua abitazione) per poi tornare a casa propria, dove arriva intorno alle ore 20.

Venerdì 9 Agosto 2019

Alle ore 08.30, il Signor Rossi esce dalla propria abitazione e sale a bordo della sua Mercedes recandosi al "Bar del Centro" in Via Mazzini, per acquistare delle brioches. Uscito dal bar si dirige in Via Arcivescovado n°**, dove da riscontri ufficiali, risulta lavorare la Signora Rosa Bianchi. L'uomo lascia le brioches alla donna e va via.

Per il resto della mattinata Rossi rimane nel suo luogo di lavoro.

Alle 12:15 esce dall'ufficio e si dirige con la sua auto in Via Clemente (abitazione della Signora Bianchi) dove parcheggia, scende e attende fumando una sigaretta sul marciapiede.

La donna esce di casa dopo circa 20 minuti di attesa, saluta l'uomo con un lungo bacio sulla bocca, i due salgono su una Seat Leon grigio scuro Targata FX 796**(che da verifiche risulterà intestata alla Signora Bianchi), posteggiata nelle immediate vicinanze e si dirigono presso il ristorante "Buon Gustaio" in Corso Bramante per pranzare insieme.
Terminato il pranzo alle 14.40, la coppia osservata esce dal Ristorante per raggiungere la Seat della donna; notiamo che in questo frangente è l'uomo che si pone alla guida della vettura . Dopo qualche minuto di pedinamento Rossi si addentra nella ZTL -  area pedonale del centro storico-  con transito riservato ai soli residenti. Pur non disponendo della necessaria autorizzazione l 'agente entra nella ZTL per non interrompere il pedinamento, che in effetti prosegue per le vie del centro storico.  Alle ore 16.45 la Seat Leon transita in corso Moncalieri, direzione esterno Città, proseguendo per la Tangenziale e quindi sulla Torino - Piacenza.  Superato il casello di Asti ovest notiamo che i due escono al successivo casello di Asti Est.  L'investigatore procede circospetto utilizzando il Gps . Dopo cica 20 minuti la vettura si ferma in via Grottaferrata n** Isola D’asti, dove la Famiglia ROSSI possiede un casolare di Campagna. Rossi apre il Cancello d’ingresso con proprie chiavi e, mano nella mano con la donna, entra all’interno del Casolare.

Al primo piano -come da indicazioni riferite dal Committente – ci sono le stanze da letto, con balconi, ampiamente vetrati, attraverso i quali è possibile intravedere dall’esterno la coppia scambiarsi baci ed effusioni intime che in parte riusciamo a documentare.

 Alle 20.30 la coppia, ancora mano nella mano, esce dal Casolare di Campagna e si avvia in direzione di Torino.

Alle 21:30 la Seat Leon grigio scuro intestata alla Signora Rosa Bianchi, arriva in Via Clemente (abitazione della Signora Bianchi). L'uomo scende dall'auto per aprire la portiera del passeggero dal quale scenderà la Signora Rosa Bianchi, i due si avviano a piedi verso il portone di casa della donna. Guardandosi intorno (ma non abbastanza) si salutano con un lunghissimo bacio sulle labbra regolarmente documentato dall’investigatore che, con la sua Reflex altamente professionale, realizzava la prova del tradimento.

Rossi, dopo aver salutato la donna, torna alla sua auto e guida fino alla sua abitazione.

Sabato 10 Agosto 2019

Il Sig. Rossi esce dalla sua abitazione alle ore 11:00 e si reca in Via Delle Moline, giunto sul posto parcheggia ed entra in un portone condominiale. Avvicinandosi al portone, l'agente nota che sulle targhette dei citofoni é presente il nome della Signora Bianchi Rosa (probabilmente una seconda abitazione della donna). L'uomo resta all'interno della palazzina fino alle 15:30, dopo di che uscirà, prenderà l'auto e tornerà presso la sua abitazione.

Alle Ore 20:30, terminiamo il servizio riscontrando che il signor Rossi dalle 15.30 é rimasto a casa con la figlia, come da segnalazioni forniteci dalla committente.

Considerazioni e risultati dell’indagine

L’indagine affidatoci ha prodotto nell’evidenza una quantità di elementi probatori che testimoniano in modo rilevante l’infedeltà del signor Rossi. I nostri esperti Investigatori hanno:

  • Accertato l’assidua e giornaliera frequentazione tra il signor Rossi e la signora Rosa Bianchi.

  • Documentato che il signor Rossi ha regalato alla Donna un costoso capo di abbigliamento, dissipando il patrimonio di famiglia.

  • Documentato che i signor Rossi si è intrattenuto con la donna per circa 2,5 ore nella sua casa di campagna nell’astigiano, rischiando di essere visto dai vicini; analogamente, per circa 4 ore, si è intrattenuto nella seconda casa di Torino della signora Bianchi.

  • Documentato più volte lunghissimi baci in pubblica via - tra Rossi e la donna- sospettata di essere la sua amante.

Conlusione

Quanto sopra riportato è il reale resoconto di un’indagine investigativa che ha impegnato la nostra struttura operativa di Torino con agenti e mezzi. Il risultato ottenuto ha ampiamente soddisfatto il committente e lo studio legale di sua fiducia. Come abbiamo visto il lavoro dell'agente investigativo richiede impegno, costanza e abilità nell'individuare e distinguere gli indizi chiave da quelli depistanti.
Senza una comprovata esperienza nel settore e senza l'adeguata preparazione tecnica, difficilmente si possono ottenere risultati (elementi probatori) utili per far valere o difendere un diritto in sede giudiziaria.

Il successo di un’indagine investigativa non è mai casuale o frutto di una favorevole
congiuntura astrale, è piuttosto il risultato di un lavoro meticoloso ed estremamente delicato,
che viene affrontato con costante professionalità dai nostri investigatori, coordinati e supportati
da un team espertissimo ed efficiente; rapido nelle reazioni e nelle decisioni.

Domande? Siamo lieti di confrontarci scrivici!
Compila i campi sottostanti, la tua opinione in merito a questo articolo è per noi molto preziosa
Accetto i termini e le condizioni indicati nella Privacy Policy

Business Intelligence Operativa

Cyber Security
Ricerca e verifica di eventuali rischi di sabotaggio,..
Diritto di Famiglia
Indagini Private per: Ricatti e molestie, Persone sco..
Forensic Investigations
Assistenza al cliente nella ricerca e nella formazion..

Dossier Investigativi

Social & Political Profile
Dossier completi di tutte le informazioni relative al..
Franchisee Assessment
Dossier mirato alla valutazione del Rischio Reputazio..
Crime & Web Reputation
Dossier strategico in grado di cogliere elementi uffi..

Specializzazioni

Area Torrefattori
Dossier in grado di fornire una valutazione e il moni..
Settore Farmaceutico
Dossier specifici per migliorare la gestione dei ris..
Real Estate
Dossier finalizzato ad una corretta e completa valuta..

Questo blog è offerto da

INVESTIGAZIONI ITLIA

Business Intelligence • Dal 1992 al servizio delle Imprese

VISITA IL SITO