Blackfin: chi proteggerà i nostri dati nel 2020?

La F-Secure presenta il suo nuovo progetto Blackfin per il 2020, il loro obbiettivo? Proteggere i nostri dati personali in rete.
18/12/2019

L'allerta per la sicurezza informatica del 2020 giunge da un articolo di TgCom24, il protagonista è Mikko Hypponen Chief Research Officer della F-Secure, un'azienda multinazionale con sede a Helsinki, Finlandia, che si occupa della realizzazione di software antivirus per la sicurezza dei computer. Durante un convegno tenuto a Milano, Mikko Hypponen ha spiegato come solitamente nella scienza si tenta di sfruttare al massimo l’intelligenza artificiale in modo che riesca a replicare il più possibile i comportamenti umani, ma secondo Hypponen non è corretto: “Possiamo spingerci oltre, ispirandoci al mondo animale e alla cosiddetta intelligenza collettiva”.

Mikko Hermanni Hyppönen
Esperto di sicurezza informatica e editorialista. È noto per la legge Hypponen sulla sicurezza dell'IoT, che afferma che ogni volta che un dispositivo viene descritto come "intelligente", è vulnerabile.

Nasce così Blackfin il progetto lanciato da Hypponen per sviluppare in maniera più intensiva meccanismi di Ai (intelligenza artificiale) e Machine Learning (apprendimento automatico) da utilizzare in risposta alle continue cyber minacce. Alla base delle teorie del guru finlandese ce l’idea di sfruttare la Swarm Intelligence, ovvero una caratteristica comune nel comportamento del mondo animale che permette a qualsiasi specie di mettere insieme le proprie capacità per ottenere risultati irraggiungibili singolarmente. Hypponen durante il convegno pone questo esempio: “Una singola ape per esempio non ha le capacità da sola per costruire un alveare, ma uno sciame può farlo. Vogliamo utilizzare lo stesso meccanismo, creando agenti intelligenti autonomi e collaborativi tra loro.”

Quali rischi si corrono?

La crescita esponenziale degli attacchi hacker in rete spinge sempre più società e cittadini a ricercare la possibilità di proteggersi. Fino a qualche anno fa l'uso di servizi di pagamento on line era visto come una possibile truffa, la maggior parte della popolazione diffidava dall'inserire i propri dati privati in rete.
Oggi però non è più così, scriviamo, registriamo e inviamo qualsiasi tipo di dato sensibile (nome, cognome, codice fiscale, indirizzi, contro corrente ecc.) tralasciando uno degli aspetti più importanti di questo processo, tutto ciò che digitiamo viene memorizzato.
I rischi che si corrono possono essere di vario genere: il male minore è finire in qualche lista di telemarketing, il peggiore imbattersi in virus come Ransomware Trojan, un malware che in grado di registrare i codici della nostra carta di credito durante un pagamento, Hypponen ci spiega: “Ransomware Trojan è una tipologia di virus che ruba i dati degli utenti per poi chiedere una sorta di “riscatto” in bitcoin se li si vuole indietro. La diffusione di questo genere di malware ha raggiunto notevoli dimensioni e sicuramente in un futuro prossimo si svilupperà sempre di più, sarà uno dei trend 2020 nell’ambito della sicurezza informatica.”

La soluzione di Hypponen

Questo era "solo" un esempio, ma sembra chiaro che ad oggi esiste una sorta di vulnerabilità per tutti gli utilizzatori della rete ed è proprio questa esigenza di protezione che ha spinto allo sviluppo del progetto Blackfin. L'attività principale consisterà nell’utilizzo di più agenti indipendenti che emulano una tipologia di comportamento più complessa di quanto possa essere fatto individualmente, garantendo un controllo del territorio decisamente più efficace.
Uno strumento tecnologico come questo farebbe gola a qualsiasi cyber criminale, quindi la prima domanda è:

"Cosa potrebbe capitare se questa tecnologia dovesse cadere nelle mani sbagliate?"

Hypponen risponde: "Chi compie dei cyber attacchi non è così preparato. E un domani, quando gli hacker impareranno a conoscere meglio la machine learning e l'intelligenza artificiale, faremo il gioco del gatto e del topo.”

Danilo Conti

 

 

Domande? Siamo lieti di confrontarci scrivici!
Compila i campi sottostanti, la tua opinione in merito a questo articolo è per noi molto preziosa
Accetto i termini e le condizioni indicati nella Privacy Policy

Business Intelligence Operativa

Cyber Security
Ricerca e verifica di eventuali rischi di sabotaggio,..
Diritto di Famiglia
Indagini Private per: Ricatti e molestie, Persone sco..
Forensic Investigations
Assistenza al cliente nella ricerca e nella formazion..

Dossier Investigativi

Social & Political Profile
Dossier completi di tutte le informazioni relative al..
Franchisee Assessment
Dossier mirato alla valutazione del Rischio Reputazio..
Crime & Web Reputation
Dossier strategico in grado di cogliere elementi uffi..

Specializzazioni

Area Torrefattori
Dossier in grado di fornire una valutazione e il moni..
Settore Farmaceutico
Dossier specifici per migliorare la gestione dei ris..
Real Estate
Dossier finalizzato ad una corretta e completa valuta..

Questo blog è offerto da

INVESTIGAZIONI ITLIA

Business Intelligence • Dal 1992 al servizio delle Imprese

VISITA IL SITO